Regione Puglia

Cenni storici

Ultima modifica 11 luglio 2016

C'è un Centurione romano all'origine della storia ruffanese: si chiamava Rufus , o Ruffo nome da cui, molti studiosi fanno derivare il nome di Ruffano.
Tra le diverse opinioni degli storici sulle origini del nome, riportiamo quelle più accreditate: una è quella cui abbiamo fatto cenno poco innanzi, e cioè che il nome del paese deriverebbe

"...da un centurione di nome Ruffo il quale ebbe in sorte questa terra con l'occupazione romana del Salento (Cfr. A. De Bernart, Pagine di storia ruffanese, 1965, pagg. 7 e seg.);"

Un'altra è quella sostenuta da Mons. Giuseppe Ruotolo, Vescovo di Ugento, sempre riportata da De Bernart nell'opera citata, secondo la quale l'origine probabile può essere stata

"...dal gentilizio Rufius , oppure dalla voce Italica Rufus o Rubus ; più probabilmente Rubis che vuol dire spineto o frutteto..."

deriverebbe, cioè o da un posto pieno di rovi, o da un luogo colmo di frutti...
Sin qui le ipotesi e la leggenda.

Notizie più certe, invece, possiamo averle a cominciare dalla caduta dell'Impero Romano in poi, quando il Salento, e quindi Ruffano, dovette subire, dal V al XI secolo, un lungo periodo di querre e distruzioni ad opera dei diversi popoli che ù si avvicendarono nella nostra penisola.
Questo stato di soggezione e disagio, durò anche sotto il principato di Taranto cui Ruffano obbedì sino al 1463. Poi vennero i Ruffa, i Colonna, gli Antoglietta, i Falconi, i Filomarino, i Brancaccio ed, in ultimo, i Ferrante che diedero notevole lustro e prestigio a questa città.