Regione Puglia

Stemma

Ultima modifica 13 luglio 2016

Lo stemma di Ruffano raffigura tre collinette: quella centrale è fiammeggiante e su tutto campeggia una "R" maiuscola coronata, che indica l'iniziale del nome della cittadina. I tre rilievi, riprodotti nello stemma, simboleggiano, senza alcun dubbio, le ultime propaggini delle Murge Salentine, sulle cui pendici sorge Ruffano; si tratta di altitudini molto relative che non corrispondono certo alle proporzioni di quelle del simbolo. La fiamma che si alza dalla collina centrale non ha un collegamento ad un evento ben preciso: tuttavia, è molto probabile che sia simbolo di purificazione e di amore, immagine dello spirito e della trascendenza.

Comunque, si tratta di un paesaggio tra i più suggestivi del Salento: la cittadina, infatti, sorge sulla collina meno elevata e, cinta com'è da rilievi verdeggianti, che quasi la abbracciano, e la custodiscono, può godere di aria salubre... E doveva esserlo anche nel lontano 1711 se Mons. Tommaso De Rossi, Vescovo di Ugento, nella visita pastorale di quell'anno, a proposito delle origini di Ruffano, così la descrive:

Amenissima terra... la quale è cara per le fiorite colline, per la bellezza dell'aria, per l'abbondanza dei cereali e dei frutti...

Non per nulla, secondo quanto lo stesso De Rossi afferma, un centurione di nome Ruffo, allettato dalla fertilità del luogo e dalla salubrità dell'aria, si volle costruire una villa proprio su questo piccolo promontorio.